Tecnologia che sfida il tempo

Ricerca e progettazione all'avanguardia »

Tecnologia che sfida il tempo

Acquisto e Renting

Per tutti gli impianti PROTEC, la possibilità di scelta tra acquisto e noleggio »

Acquisto e Renting

Alluminio riciclabile

L’alluminio si caratterizza per le seguenti proprietà:

  • Basso peso specifico, pari a circa 1/3 di quello dell’acciaio o delle leghe di rame
  • Elevata resistenza alla corrosione
  • Alta conducibilità termica ed elettrica
  • Elevata plasticità
  • Eccellente duttilità e malleabilità
  • Basso potere radiante
  • Difficile saldabilità

Di conseguenza l’alluminio si rivela:

  • leggero ma resistente agli urti;
  • durevole;
  • resistente alla corrosione, quindi atossico e capace di non alterare il gusto e il colore degli alimenti che contiene;
  • igienicamente sicuro (protegge dalla luce, dall’aria, dall’umidità, dagli odori e dai microrganismi);
  • accoppiabile;
  • a-magnetico: non è attratto dalle calamite e perciò si utilizza nella realizzazione di apparecchi come radio, radar e stereo;
  • ottimo conduttore termico;
  • eccellente conduttore elettrico: viene impiegato nei conduttori ad alto voltaggio, dove viene preferito al rame per la sua leggerezza, e nelle filettature delle lampadine;
  • riciclabile al 100%.

Il suo impiego va dall’edilizia all’ingegneria aeronautica, dai microchip al veicolo spaziale, dalle tende alla veneziana all’automobile, dalle pennellature agli arredi, dalle linee elettriche esterne o interrate alla base filettata della lampadina, dalle protezioni alle linee telefoniche agli imballaggi, dal foglio di protezione ai tubetti per uso medico e alimentare, dalle bombolette spray alle pentole.

RI-PRODURRE ALLUMINIO

L’alluminio è un materiale totalmente riciclabile. Il suo recupero e riciclo, oltre a evitare l’estrazione di bauxite, consente di risparmiare il 95% dell’energia richiesta per produrlo partendo dalla materia prima.

Infatti per ricavare dalla bauxite 1 kg d’alluminio sono necessari 14 kWh, mentre per ricavare 1 kg d’alluminio nuovo da quello usato servono solo 0,7 kWh di energia.

Il riciclo dell’alluminio costituisce un’importante attività economica, che dà lavoro a molti addetti: il nostro Paese è il primo produttore europeo di alluminio riciclato e il terzo nel Mondo.

Tutti gli oggetti d’alluminio che possono essere riutilizzati portano la sigla “AL” oppure “alu”. L’alluminio si può riciclare solo se è pulito: corpi estranei come ferro, sostanze sintetiche o sporcizia debbono essere sottratti con un procedimento adeguato, manuale o meccanico.

I PROCESSI E I PRODOTTI DEL RICICLO

Dopo la raccolta differenziata, gli oggetti di alluminio che normalmente vengono raccolti insieme al vetro e alle plastiche, arrivano all’impianto di separazione e primo trattamento. Qui, grazie a un particolare separatore che funziona a correnti parassite, vengono separati da eventuali metalli magnetici (ferro) o da altri materiali diversi (vetro, plastica, ecc.). Vengono poi pressati in balle e portati alle fonderie, dove, dopo un controllo sulla qualità del materiale, vengono pre-trattatati a circa 500° C per liberarli da altre sostanze estranee. La fusione avviene poi in forno alla temperatura di 800° C, fino a ottenere alluminio liquido che viene trasformato in lingotto.

L’alluminio riciclato, grazie all’attività del CIAL (Consorzio Imballaggi Alluminio), è della stessa qualità di quello originale. Questo materiale viene impiegato nell’edilizia, nella meccanica, per i casalinghi, oltre che nel settore degli imballaggi.


Scheda tecnica

Dimensioni

cm 600 x 300
cm 400 x 300


Cornice

Elemento in cui risiede l’originalità estetica e funzionale dell’impianto. Costituita da due tipologie di estrusi d’alluminio (lega d’allumino 6060) progettati e realizzati ad hoc, temprati e verniciati:


“estruso cornice”
, con funzione strutturale, costituisce anche la parte perimetrale del telaio e risponde all’esigenza di permettere l’inserimento dei pannelli, nonché di prevedere l’eventuale sistema di ancoraggio e tensionamento dei teli in pvc;
“estruso tappo”
, completando la sezione ellissoidale della cornice con sistema a incastro, assume la funzione di coperchio, mantenendo la funzionalità estetica.


Nel Landmark monofacciale e a V la cornice viene assemblata tramite fissaggio ad appositi elementi di giunzione e collegata a due montanti, realizzati ciascuno con due profili a C contrapposti, uniti tra loro mediante imbullonatura. Tra questi vengono inseriti gli elementi di fissaggio alla cornice e gli attacchi per le traverse di collegamento con il palo. Tutti i bulloni sono in acciaio inox.

Nel Landmark bifacciale la cornice viene invece assemblata tramite incollaggio con colla bicomponente dei nodi d’angolo, questi ultimi realizzati in fusione di alluminio.


Pannelli

In honeycomb di alluminio o in composito a sandwich, hanno una duplice funzione:

piano di appoggio per la classica affissione;

supporto per la decorazione pittorica.


Palo

è composto da un tubo d’acciaio (FE 360) zincato e verniciato, di 406 mm di diametro e 5 mm di spessore.

Nella versione monofacciale è svasato nella parte superiore in modo da passare progressivamente da una sezione circolare a una semi-circolare, quindi è integrato da due traverse a cui viene fissata la cornice.

Nella versione a V è diviso in due parti: in quella superiore,
di pari diametro a quella inferiore, vi s’innesta con un sistema a cannocchiale a una quota superiore rispetto alla base del cartello, ed è integrato da elementi scatolari in acciaio, che fungono da supporto e fissaggio alle aste di collegamento e di controventatura, per garantire la corretta posizione delle cornici.


Carter*

Composto da due gusci in fusione di alluminio, costituisce il collegamento formale fra la cornice e il palo e nasconde l’unico elemento del telaio non integrato nel sistema cornice-supporto per la decorazione.


landmark_scheda3Fondazione

è realizzata con un getto di CLS armato in cui precedentemente viene inserito un tubo, in modo da creare un bicchiere per l’alloggiamento del palo in acciaio. In seguito viene posizionato il palo, bloccato con sabbia e getto di completamento in CLS.


Telaio*

Realizzato in acciaio (FE 360) zincato (corpo centrale) e alluminio (aste) interamente imbullonato per permettere la divisione in parti.
Lungo il perimetro del telaio è imbullonata la cornice; la struttura è completamente nascosta, fatta eccezione per il collegamento fra il palo e il telaio stesso. Tutti i bulloni sono in acciaio inox.


* solo nella versione bifacciale





 

Scheda tecnica

Fondazione

In un tubo d’acciaio interrato, saldamente ancorato con un getto in cls, viene inserito il palo dell’impianto, serrato con sabbia e con un getto di completamento in cls.


Palo

Estruso d’alluminio personalizzato, contenente un sistema univoco per il posizionamento delle frecce.


Giunto

L’elemento che congiunge il palo alla freccia è un estruso di alluminio personalizzato, solidale alla freccia in modo irreversibile*, tramite incollaggio con colla bicomponente; il fissaggio al palo è meccanico.


Freccia

Realizzata con un estruso d’alluminio personalizzato a sezione rettangolare 25-30×250 spessore 3mm finitura anodizzata. Qualora vi siano più frecce (fino a 6) sullo stesso palo, le stesse sono dotate di un elemento che ne garantisce l’allineamento.


highway_scheda3Bulloneria

In acciaio inox, testa torx*.

* Per scoraggiare gli atti di vandalismo, in tutti gli impianti i bulloni sono a testa torx e la giunzione tra palo e freccia è solidale alla freccia in modo irreversibile.



Scheda tecnica

Pannello

Il supporto per indicazioni toponomastiche, segnaletica industriale, fermate dei
mezzi pubblici e pubblicit
(bifacciale). Ancorato alle aste con sistemi puntuali (estrusi d’alluminio, disegnati ad hoc, lega 6060) che permettono
un rapido sgancio per la sostituzione. Realizzato in Alucore, interamente d’alluminio.


Asta

Elemento strutturale degli impianti, sezione ellittica 180×60 (3mm di spessore),
con una costa per l’ancoraggio principale
dei pannelli; costituita da estrusi in alluminio (lega 6060 e 6005°), combinati fra loro tramite incollaggio con colla dei nodi d’angolo, realizzati in fusione di alluminio.


Terminale

Elemento di chiusura dell’asta realizzato in materiale plastico stampato, o in alluminio verniciato.
La qualità della plastica utilizzata può consentire
di ottenere la trasparenza
e la cromaticità desiderata
a seconda delle richieste, rendendo quest’elemento adatto ad ospitare una moltitudine di funzioni accessorie, dalla semplice illuminazione di segnalazione a sistemi di monitoraggio
o trasmissione.


highlight1Fondazione

Realizzata con getto di cls in cui precedentemente viene inserito un tubo, in modo da creare un bicchiere per l’alloggiamento del palo d’acciaio.
In seguito viene posizionato il palo e bloccato con sabbia e getto di completamento in cls.



Scheda tecnica

Dimensioni

Cornice strutturale:
larghezza 300 cm,
altezza 200 cm,
profondità 18 cm,
spessore 6 cm.

Pannello pubblicitario:
larghezza 288 cm,
altezza 188 cm.

Superficie della parte interna piana contenente
il messaggio pubblicitario:

288×188 cm (5,41 mq) per facciata (10,83 mq complessivi).


Pannello

Realizzato in composito con spessore di circa 25 mm, lungo il perimetro presenta un estruso d’alluminio a U per il collegamento con la cornice.


Cornice

Elemento strutturale dell’impianto. Su tre lati è costituita da un estruso d’alluminio (lega 6060 e 6005A) a sezione ellittica 18×6 cm (3 mm di spessore);
il quarto lato presenta due montanti uguali e un tappo che ricopre l’asola attraverso cui viene inserito il pannello.
Viene assemblata tramite incollaggio dei nodi d’angolo:
i nodi sono realizzati in fusione di alluminio.


Nodo centrale

Elemento di collegamento tra cornice e palo.
Realizzato in fusione d’alluminio, rinforzato
con un tubo di acciaio affogato all’interno della fusione, è fissato:
alla cornice mediante 12 bulloni M10 in acciaio inox ancorati a una contro-piastra in acciaio inox inserita nell’estruso;
alla testa rotante con 8 bulloni M12 in acciaio inox.


Testa rotante

Elemento del palo che permette la rotazione dell’impianto per un’agevole sostituzione del pannello in occasione del cambio immagine. Costituita da un estruso d’alluminio tagliato e forato. A circa 25 cm dalla sommità del tubo riporta due fori contrapposti e filettati;
sul palo, in corrispondenza dei fori, ulteriori 2 fori alloggiano
2 perni per il bloccaggio della rotazione dell’impianto,
che fungono anche da supporto per la molla.


Palo

Composto da un estruso di alluminio lega 6005 A;
a circa 25 cm dalla sommità del tubo riporta due fori contrapposti di diverso diametro per l’alloggiamento dei perni lunghi 66 mm in acciaio inox AISI 304 necessari al bloccaggio della rotazione del cartello.


underline_scheda1Fondazione

Realizzata con un getto di CLS
in cui precedentemente viene inserito un tubo, in modo
da creare un bicchiere per l’alloggiamento del palo
di acciaio. In seguito viene posizionato il palo e bloccato
con sabbia e getto di completamento in CLS. Il plinto in calcestruzzo ha diametro 40 cm
e profondità 1,5 m.


Molla

Peculiare elemento formale che unisce idealmente la testa rotante alla cornice, costituita da due tubi d’acciaio inossidabile calandrato e dagli elementi di raccordo d’acciaio zincato ancorati alla cornice tramite due fusioni d’alluminio.



 

Scheda tecnica

Pannello

Bifacciale monolitico, in vetroresina.


Nodo centrale

Elemento di collegamento tra cartello e palo. Realizzato in fusione d’alluminio, è fissato alla testa rotante con 8 bulloni M12 in acciaio inox. Sostiene la traversa (dim. 80x80x5 mm e lungh. 1.860 mm) su cui sono ancorati i perni che sostengono il cartello.


Palo

Composto da un estruso
di alluminio lega 6005 A;
a circa 25 cm dalla sommità del tubo sono realizzati due fori contrapposti di diverso diametro per l’alloggiamento dei perni lunghi 66 mm in acciaio inox AISI 304 per bloccare la rotazione del cartello.


Fondazione

Realizzata con getto di CLS
in cui precedentemente viene inserito un tubo, in modo da creare un bicchiere per l’alloggiamento del palo.
In seguito viene posizionato
il palo e bloccato con sabbia
e getto di completamento in CLS. Il plinto in calcestruzzo ha diametro 40 cm e profondità 1,5 m.


easy



Scheda tecnica

Dimensioni

cm 70×100
cm 100×140
cm 200×140


Fondazione

In un tubo di acciaio interrato, saldamente ancorato con un getto in cls, viene inserito il palo dell’impianto, serrato con sabbia e con un getto di completamento in cls.


Palo

Estruso d’alluminio personalizzato, contenente un sistema univoco per il posizionamento della plancia, supporto delle affissioni.


Giunto

L’innovazione dell’impianto consiste nell’eliminazione d’elementi di giunzione fra palo e plancia espositiva, riducendo così le possibilità di manomissioni, rotture e inestetismi. Mediante la progettazione dell’estruso del palo personalizzato la plancia e il palo diventano un unico elemento.


Plancia

Realizzata in dibond, materiale in alluminio, resistente ai detriti stradali, che evita l’immediata deformabilità che caratterizza il foglio di alluminio classico. La minore deformabilità scoraggia manomissioni da parte di terzi.


pubbliboard2

Bulloneria

In acciaio inox, testa torx*.


* Per scoraggiare gli atti di vandalismo, in tutti gli impianti i bulloni sono a testa torx e la giunzione tra palo e plancia è solidale in modo irreversibile.



Scheda tecnica

Dimensioni

Vertical Board:
cm 140×200
cm 180×270

Dual Board:

cm 100×150
cm 300×150


Palo

Estruso di alluminio lega 6005 su filiera dedicata 320×980 mm.


Mensole portanti

L’ancoraggio della struttura porta-pannelli al palo consente una rotazione su piano orizzontale con semplice sistema di sgancio del telaio del pannello. Le mensole sono costituite da estrusi d’alluminio su filiera dedicata, fissate al palo con quattro cerniere in fusione al manganese, dotate di un perno con sgancio rapido.


Struttura porta-pannelli

Composta da estrusi di varie dimensioni, in alluminio, su filiere dedicate, unite tra loro con nodi d’angolo a formare una C. Gli estrusi sono dotati di guida su cui scorre il pannello.


Pannello

Auto-portante, sandwich.


Fondazione

Struttura in acciaio affogata in plinto di calcestruzzo.


vert_dual_board2

Colorazione

Disponibile nella versione classica grigio argento o nella colorazione grigio antracite.





®PROTEC Produzioni tecnologiche S.r.l. - tutti i diritti riservati - P.IVA 01434001002